UNDER 19: Gara bella e combattuta a Madone

22-11-2021 11:26 -

CAMPIONATO REGIONALE UNDER 19 - GIRONE G - 2^ GIORNATA DI ANDATA

GSB BONATE SOTTO - BASKET BREMBATE SOPRA 75 - 65

BBS: Sana (K) 20, Diakhate, Armanni 2, Bertoldo 2, Arrigoni, Bissola, Rota, Spatera 17, Fadini 4, Negro 6, Thiam, Carrara Dan. 17. All: Roncoroni L. - Roncoroni D.

Parziali: 20-28, 19-8, 15-16, 21-13.

Arbitro: Zanotti

Dopo la convincente vittoria contro Mozzo all'esordio gli U19 brembatesi sono ospiti del Bonate Sotto, valida formazione con ambizioni da capolista del girone. Il primo quarto vede i gialloverdi approcciare la gara come meglio non si potrebbe: tanti contropiedi ben condotti, faccia di bronzo nell'attaccare il canestro e grande voglia di coinvolgere tutti i compagni. Guidato da capitan Samu Sana il BBS chiude il quarto avanti 28-20 mettendo in mostra veramente una bella pallacanestro. Peccato per l'infortunio al ginocchio occorso a un positivissimo Matteo Bertoldo, che lo esclude anzitempo dalla gara.
Nel secondo i padroni di casa salgono di colpi e riprendono l'inerzia della gara, grazie a diversi canestri di talento di Pagnoncelli e Weber e a diverse (e imperdonabili) disattenzioni dei brembatesi, che si aggrappano alle scorribande di Spatera per restare attaccati alla partita.

Nel terzo quarto il BBS riprende a macinare una buona pallacanestro, tornando a mettere spesso e volentieri in difficoltà Bonate. È Daniele Carrara a salire in cattedra con due bombe tanto estemporanee quanto immaginifiche, ben supportato dal solito capitan Sana e da un accorto Momo Diakhate in formato scippatore difensivo.
Nel quarto conclusivo succede di tutto: dal black-out in palestra ai crampi alle gambe che tormentano proprio capitan Sana, fino all'espulsione per quinto fallo di Riccardo Arrigoni. Nonostante tutto il BBS riesce a restare in partita senza farsi deconcentrare, riuscendo addirittura e rimettere la testa avanti a un paio di minuti dalla fine grazie a una bomba di Spatera. Purtroppo poi un paio di pregevoli e meritati canestri avversari riportano avanti i padroni di casa, che ci restano fino alla sirena finale. Il +10 finale è forse un po' troppo severo per la compagine gialloverde, che con merito e onore porta a casa una prova di grande cuore contro gli avversari probabilmente più tosti del girone. A testa alta nonostante la sconfitta, andiamo avanti sulla nostra strada.