11 Luglio 2020

Noche Latina

scritto da Pagelle il 04-12-2014
Serata all´insegna del buon gusto, servizi speciali dedicati sui social network, lame affilate e forze dell´ordine al seguito per un match molto sentito. Il nervosismo si palpeggiava nell´aria già dalle 21.15 quando Mingardi, principe del tempo, inneggiava la De Filippi con gesti piuttosto eloquenti, spazientito dalle donzelle della pallavolo che non volevano saperne di abbandonare il campo. Brembate che, complice lo scarso riscaldamento, si presenta in campo nel primo quarto con poca voglia e intensità soprattutto in difesa. Appena si è alzato il ritmo si è vista una partita letteralmente dominata dai gialloverdi che hanno travolto e ferito nell´orgoglio il cuore latino, soprattutto della tifoseria panchinara che ha smesso di inneggiare alla patria con crocifissi e trombette già dal secondo quarto dopo un inizio scoppiettante. Eloquente il commento di Maldondo Senior a fine partita, promessa di rivalsa e di puro spettacolo per il girone di ritorno.

Tabellini truccati e statistiche assenti a causa di una cena di dubbio gusto da parte del refertista boliviano da cui arrivavano ventate di puro gaudio.

DONADONI: 6
Parte in quintetto, iniezione di fiducia per lui che però non sembra pervaderlo particolarmente. Nonostante qualche buona azione e assist manca una maggiore convizione nelle proprie capacità e una visione di gioco a 360° che per il suo ruolo è fondamentale. Ormai obbligato a fornire viveri e bavande all´intero spogliatoio, ha pensato bene di continuare la tradizione sottraendo i documenti d´identità al povero Locatelli, fermato dalla Madama per sospetta clandestinità. LATIN GORDON RAMSEY

LOCATELLI: 7
I suoi tiri in sospensione hanno un solo scopo: non venire mosso durante gli scatti dei fotografi. Peccato che mamma Roncoroni non fosse presente e le sue acrobazie sono servite solamente a far trattenere il fiato ai presenti. Comunque una prestazione convincente la sua, mette a referto diversi punti e mostra molta più intensità in campo delle puntate precedenti. Inneggia il sacro cuore di Gesù e i suoi derivati dopo avere passato la notte a convincere le forze dell´ordine circa le sue origini, aiutato dal caro compagno Donadoni. LATIN FILIPPO FIORA

GUALANDRIS: 8
Recuperato in extremis dall´MI6 che lo voleva tutto per se, è tornato in patria per dare spettacolo e ricordare alla squadra che è uno di loro. Dopo i duri allenamenti da camera del week end ha infuocato i tabellini con ben cinque tiri dall´arco e ha riportato la calma nella frenesia creata dal primo quintetto. LATIN JOHNNY MVP

BONFANTI: 7
Buona prestazione anche per lui se non si considera il primo quarto. In attacco comincia a dare dei contributi importanti in termini realizzativi, assit e movimento senza palla. In difesa ci sono ancora delle criticità che sicuramente andranno via via scomparendo nel corso della stagione visto la dedizione e l´impegno. Dati i risultati conseguiti dal consaguineo ci si aspetta un ammogliamento a breve, sperando che tutto ciò porti solamente a risultati positivi come ha dimostrato il buon Johnny. LATIN BETROTHED

CAPELLI: 7,5
Complice il gentil sesso presente decide di dominare sotto canestro e lo fa con tranquillità. Pecca giusto insieme alla squadra nel primo quarto ma per il resto si fa trovare dai compagni che lo cercano in continuazione. Ringrazia Espero per il cioccolatino sotto canestro ma non agisce di rimando in alcune occasioni, complice l´agonismo e gli impuntamenti una volta arrivato sotto il ferro, il che non si può dire essere sempre una negatività. Punto a sfavore la scarsa difesa nei confronti del rosso napoletano dove poteva dimostrare molta più decisione e determinazione, evitandogli facili realizzazioni. LATIN LOVER

PREVITALI: 6,5
E´ una delle vittime sacrificali della squadra, riceve una slamata in pieno addome e viene prontamente soccorso dai compagni. Prestazione discreta la sua ma non se la sente di affrontare le mannaiate nel pitturato e resta a distanza di sicurezza. Mal servito o dimenticato da Roncoroni in un paio di contropiedi che potevano sicuramente farlo salire mentalmente. LATIN SLAYED

RONCORONI: 6,5
Prestazione abbastanza deludente la sua se si considera il suo bagaglio tecnico e atletico rispetto agli avversari. Ha dato l´impressione di dimenticare il suo obbiettivo personale e ha chiuso qualche vena del cervello in alcune occasioni. Troppa frenesia e poca pazienza, attributi che potrebbero far nascere un buon basket soprattutto in attacco. Si becca anche lui una slamata in pieno addome forse per un regolamento di conti passato. Ruba qualche punto a referto con la complicità dei fratelli latini ai quali si è presentato con il trofeo di mvp vinto nella stagione estiva. LATIN BROTHER

ESPERO: 7
Pronti, via! Parte dal secondo quintetto con voglia e determinazione. Bersaglio prediletto dalla compagnia avversaria, dopo 15 secondi in campo è costretto ad abbandonarlo in preda a effluvi rossici provenienti dal setto nasale. Rientra nel secondo quarto e la determinazione difensiva gli fa guadagnare minuti ma gli errori in fase realizzativa sono imperdonabili. Gioca in fuorigioco gli ultimi minuti del match che gli permettono di allungare il tabellino. LATIN STRIKE

MARCHETTI: 7
Nella prima fase è l´unico che come al solito da l´esempio in fase difensiva e in attacco con un suo tiro dall´arco si cominciano a prendere le distanze. Nella seconda parte della gara un pò assente in attacco ma per quanto concerne la difesa nulla da rimproverare. Sta ancora masticando un pò di huesos latine. LATIN BREAKBONES

ALBA: 7,5
Prestazione positiva per il capitano che si adatta alla giungla amazzonica e come le indiscrezioni dei social ci avevano anticipato si presenta in puro stile machete e tiene a bada i latini proteggendo da rivalse, non propriamente legali, i suoi giocatori. Dopo 12 tentativi in due partite finalmente spara due buoni tiri da tre punti, sbaglia qualche canestro eclatante da sotto ma non demorde mai e incita al cinismo e alla dominaciones i suoi. Solito teatrino nel post doccia con il suo oramai bersaglio preferito Donadoni che rifocillerà la squadra al prossimo allenamento sotto gli occhi attenti del capitano. LATIN MACHETE

SAVOLDELLI: 9
Seppur con un´abile strategia eluda le statistiche è sempre presente con voce e gesti nella gestione dei desperadòs. Sicuramente vorrebbe maggior impegno e concentrazione anche in partite come queste dove ognuno dovrebbe essere concentrato al massimo proprio come in un match punto a punto. Si mette spesso le mani nei capelli dopo certi errori ma sicuramente non deve strapparsi la camicia come il caro Pozzecco per tirare fuori un pò di grinta dai suoi.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account